Approfitta dell’Ecobonus 2018

Per tutto il 2018 puoi detrarre il 65% di tutte le spese sostenute per trasformare la tua casa in una smarthome.

Dal 1° gennaio 2018 la detrazione al 65% Irpef, il cosiddetto Ecobonus, è estesa anche alle spese relative alla domotica, ovvero a tutte le spese per l’acquisto e l’installazione di impianti e dispositivi multimediali che consentono il ”controllo a distanza” del proprio appartamento.

Quali sono le spese consentite?

Le spese detraibili che rientrano nell'Ecobonus 2018 sono: l’acquisto, l’installazione e la messa in opera di dispositivi per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento, e/o climatizzazione e illuminazione elettrica nella propria casa. Ossia, di sistemi che automatizzano le funzioni di tutti gli impianti presenti in una casa ottimizzandone le prestazioni per aumentare i livelli di vivibilità, di comfort e di sicurezza all’interno degli ambienti.

COME FUNZIONA?

Il cliente che installa impianti digitali per il controllo a distanza del riscaldamento, climatizzazione, produzione dell'acqua nella propria casa, deve farsi rilasciare dall’impresa installatrice la documentazione attestante l'intervento, effettuare il pagamento mediante bonifico bancario da cui risulti:
(a) la causale del versamento,
(b) il codice fiscale di chi che usufruisce della detrazione,
(c) il codice fiscale o il numero di partita Iva dell’impresa che ha effettuato il lavoro.

L’Ecobonus potrà essere richiesto per lavori effettuati fino al 31 dicembre 2018, suddividendo l'importo da detrarre in 10 quote annuali di pari importo a partire dalla successiva dichiarazione dei redditi e fino al tetto massimo di 100 mila euro.

CHI PUÒ BENEFICIARNE

L’Ecobonus è usufruibile da tutti i contribuenti privati o titolari di impresa che possiedono a qualsiasi titolo l’immobile oggetto dell'agevolazione. La detrazione può essere richiesta per gli edifici in tutte le categorie catastali, a patto che non siano ancora in costruzione e abbiano già un impianto di riscaldamento.